Articoli

Il viaggio di Nellie Bly … in tour

Cinque tappe tra Italia e Stati Uniti nella primavera 2019 per lo spettacolo Intorno al mondo in 72 giorni … il viaggio di Nellie Bly, traduzione ed adattamento teatrale dall’originale inglese Around the world in Seventy-Two Days di Elizabeth Cochrane, a cura di Paola Sarcina e Diana Forlani, rispettivamente regista e interprete dello spettacolo. La narrazione scenica è arricchita dalle immagini storiche degli archivi fotografici della Società Geografica Italiana e della National Library of Congress di Washington, rielaborate nel progetto video di Federico Spirito e Alessio Raponi. Con le musiche di Massimo Fedeli, gli arrangiamenti ed effetti sonori di Marco Melia, i costumi di Rita Sorgi. L’attore Lorenzo Acquaviva da la voce a Jule Verne.  Lo spettacolo, che ha debuttato al 10° Festival della Letteratura di Viaggio della Società Geografica Italiana, è prodotto dall’associazione Music Theatre International ed ha il patrocinio del Touring Club Italiano. Le tappe del tour primaverile prevedono: il 6 marzo a Mondavio, per la rassegna teatrale curata dall’AMAT; il 10 marzo a Gradara, nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune per la Festa della Donna; il 30 aprile a Chicago, in collaborazione con il City Lit Theatre; 8 e 11 maggio a New York (Brooklyn e Manhattan) per la 7° edizione del Festival InScena!

Intorno al mondo in 72 giorni. Il viaggio di Nellie Bly racconta l’appassionante e avventuroso viaggio che la giovane giornalista americana – che usava lo pseudonimo di Nellie Bly ed era la prediletta di Joseph Pulitzer al New York World – compì nel 1889, all’età di 24 anno, intorno al mondo seguendo il percorso del celebre personaggio di Jule Verne, sedici anni dopo l’uscita del romanzo Le Tour du monde en quatre-vingts jours (Il giro del mondo in ottanta giorni). Nellie incontro anche lo scrittore francese a casa sua durante una sosta del suo viaggio.

Con eleganza e spunti anche divertenti, vengono toccati temi attuali quali la condizione della figura femminile alla fine dell’800 e il rapporto fra culture diverse; attraverso il racconto di situazioni e aneddoti del passato, ci rimanda al presente e al diverso modo di viaggiare e conoscere il mondo nella nostra epoca sempre più connessa e social.

Nel 2007 è uscita la traduzione italiana del diario di viaggio e negli anni recenti è tornata viva in Italia l’attenzione sulla figura di Elizabeth Cochrane: all’eroina americana RaiStoria ha dedicato una puntata della serie storico-documentaristica Lady Travellers (andata in onda il 7 gennaio 2017, è disponibile su Raiply); nel marzo del 2018 è uscita per Bompiani la prima biografia in Italia, Dove nasce il vento di Nicola Attadio.

Lo spettacolo è stato in scena dal 18 al 20 gennaio 2019 al Teatro Kopò di Roma, riscuotendo grande successo di pubblico.