Mythos 3.0 al Liceo di Sora

MATERIALE DIDATTICO DI APPROFONDIMENTO

PER ESERCITARSI

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ecco i commenti di alcuni dei 400 ragazzi del Liceo di Sora che hanno partecipato al progetto.

Domiziana Nardelli “L’esperienza di Mythos è stata unica nel suo genere perché ha interpretato in chiave moderna miti antichi, anche attraverso l’utilizzo di tecniche narrative suggestive quali il monologo interiore. I miti di Eco e di Narciso sono stati “scomposti”, sono stati tolti epoca storica, contesto, personaggi secondari e ciò che è rimasto sono stati l’io dei personaggi e le loro emozioni, arrivate intensamente al pubblico grazie all’ottima interpretazione dei due giovani attori. Fondamentale anche l’accompagnamento musicale, che ha potenziato il coinvolgimento emotivo degli spettatori.”

Alessia Bove “L’esperienza del progetto Mythos è stata, a mio giudizio, molto valida. Gli ideatori sono riusciti a coinvolgere noi ragazzi in maniera brillante e non è questa una cosa da poco in quanto non è semplice interessare a temi come la mitologia ragazzi della nostra età. Siamo stati subito coinvolti dalla presentatrice, che ci ha chiamato a leggere passi di Ovidio; successivamente ci hanno catturato gli attori, che sono stati troppo bravi, al punto che, in alcuni momenti, io e i miei compagni ci siamo trovati a rivolgere maggiore attenzione all’interprete che alla storia. Soprattutto durante il soliloquio di Eco vedevo molti visi disorientati perché eravamo così presi dalla recitazione, anche gestuale, dell’interprete, che abbiamo perso il filo della storia. E’ stato bello riscoprire miti antichi, lontani da noi, patrimonio di una cultura classica che spesso non arriva ai giovani di oggi.

Domenico Guida “La performance teatrale a cui abbiamo assistito trae spunto dal mito di Eco e Narciso. E’ stato interessante vedere rappresentato il mito che si specchia nella contemporaneità. Raccontato in una veste moderna, spesso ironica, ha toccato corde che appartengono a noi adolescenti. Lo spettacolo è stato avvincente, affascinante, è riuscito a catalizzare l’attenzione di noi ragazzi: siamo rimasti incantati davanti allo scorrere delle scene, accompagnate da splendida musica. I protagonisti, in un’atmosfera irriverente, si sono calati nella parte recitando con stile e con passione, raccontando in modo coinvolgente i due miti.”

Francesco Santi “Lo spettacolo Mythos 3.0 è stato davvero emozionante. Gli attori sono riusciti ad interpretare al meglio le storie e la musica di sottofondo, eseguita da un artista sorano, si addiceva perfettamente alle vicende raccontate. Il mito che mi è piaciuto maggiormente è stato quello di Narciso, ma la recitazione che ho preferito è stata quella di Eco perché l’attrice è stata in grado di arrivare più intensamente al pubblico. Insomma, un’esperienza da ripetere, assolutamente!

Comments are closed.