Donne Perse(phone) 2018 lo spettacolo

Domenica 25 novembre 2018, alle ore 17, in occasione della Giornata contro la Violenza sulle Donne, torna in scena lo spettacolo Donne Perse(phone) di Annalisa Venditti, per la messa in scena di Paola Sarcina e la produzione dell’associazione Music Theatre International-M.Th.I.. Ad ospitare questa replica romana l’I.I.S. Croce-Aleramo.

Donne Perse(phone) è un dramma moderno sulla violenza alle donne che si ricollega al mito classico: alla vicenda della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone. Ispirato dalle cronache dei nostri giorni, alle storie vere di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, un fidanzato o un compagno violento, il recital dà voce alle vittime. Le figlie ritornano per raccontare alle madri gli ultimi momenti della loro vita e per ricucire quello strappo che – nonostante tutto – non potrà mai recidere un legame tanto forte e profondo. A differenza del mito antico, dove Demetra ottiene di poter riavere da Ade per sei mesi l’anno la figlia Persefone, nelle tragedie dei nostri giorni questo non può accadere. La Persefone di oggi è morta, ma con lei sarà sempre sua madre. Il recital è dialogo intimo tra madre e figlia, tra vita e morte, amore e violenza. Il linguaggio segreto e arcaico del mito si confonde con le atmosfere metropolitane evocate dalle parole della cronaca nera, in una parabola di emozioni che si infrange contro il fatale enigma dell’esistenza.

In scena all’I.I.S. Croce-Aleramo tredici donne provenienti da doversi percorsi professionali che, attraverso un laboratorio teatrale, hanno aderito a questo percorso di condivisione, tra emozioni e tensioni dell’anima e dell’intelletto. Il testo Donne Perse(phone) è stato pubblicato nel 2018 da dei Merangoli editore.

L’evento del 25 novembre, che ha il sostegno di Unicoop Tirreno e il patrocinio della Fondazione Anima per il sociale nei valori d’impresa, è anche l’occasione per presentare al pubblico il calendario “Donne Perse(phone) 2019” realizzato con alla collaborazione artistica della fotografa Teresa Mancini e del designer Antonio Picardi negli spazi emozionali del Museo dell’Altro e dell’Altrove – MAAM Metropoliz. Il ricavato dalla vendita del calendario sarà destinato ad Amnesty International. Il calendario sarà disponibile presso alcune librerie romane e può essere ordinato scrivendo alla M.Th.I.: produzione@mthi.it